Calcio EsteroSerie A

Periodo di ritiri: ecco gli annunci di Pirlo e Kaká

Andrea Pirlo, con un gloriosissimo passato tra Milan, Inter e Juventus, ha deciso che nel mese di Gennaio, dirà per sempre addio al calcio giocato.

Queste sono le sue dichiarazioni al quotidiano “La Gazzetta Dello Sport”:

«Ti rendi conto da solo che è arrivato il momento del ritiro. Ogni giorno hai problemi fisici, non riesci più ad allenarti come vorresti perché hai sempre qualche acciacco. Alla mia età ci sta di dire basta. Non è che puoi andare avanti per forza fino ai 50. Farò qualcos’altro. […] Rientrerò in Italia già a dicembre. Il vice di Conte? Se ne dicono di cose. Ho delle idee, ma mi concedo tempo per decidere. Se penso ad allenare? Non è detto che siccome sei stato un buon giocatore puoi farlo. Devi essere predisposto e avere la prova del campo. Deve scattarti la scintilla. A me non è ancora scattata. Se penso ad allenare? Non è detto che siccome sei stato un buon giocatore puoi farlo. Devi essere predisposto e avere la prova del campo. Deve scattarti la scintilla. A me non è ancora scattata».

Pirlo ha vinto 2 coppe Italia, con Juventus e Milan, 6 scudetti, 2 con il Milan e 4 con la Juve, 3 Supercoppe Italiane, 2 con la Juventus, 2 UEFA Champions League con i rossoneri, 2 Supercoppe UEFA, ancora con i diavoli, 1 Coppa del mondo per Club sempre con i rossoneri. A livello di nazionale, Andrea ha vinto 1 Mondiale nel 2006, 1 Bronzo di Atene 2004 e un Europeo under21.

Kaká, ora in forza all’Orlando City, ha seguito i passi del suo ex compagno di squadra, lasciando anch’egli il calcio all’inizio del nuovo anno. Il brasiliano ha vinto con il Milan, squadra dove è esploso, 1 Serie A nella stagione 2003-2004, 1 Supercoppa Italiana nello stesso anno, 2 Supercoppe UEFA rispettivamente nel 2003 e nel 2007, una Champions League nel 2007 e 1 Mondiale per Club nel medesimo anno. Con la Seleçao, ha vinto un mondiale nel 2002 in Giappone e 2 Confederations Cup.

Il giovane “Smoking Bianco” ha portato a casa un pallone d’Oro, 1 FIFA World Player, Squadra dell’Anno, FIFPro World Xl, Miglior Attaccante e miglior giocatore dell’anno, 1 Oscar assoluto, tutti nel 2007.

Ecco le sue dichiarazioni:

 “Non lascerò il calcio, vorrei fare come Zidane. Fermarmi un po’, studiare e ripartire dalle serie minori. Sento dolore ogni volta che finisco una partita. Il mio corpo ne risente molto”

Dopo il loro ritiro i “vecchi campioni” sono una specie sempre più a rischio estinzione

Tags
Mostra altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Close